Passa ai contenuti principali

In primo piano

Insalata in Vasetto per l'#InsalataDay

'Niente è più difficile della Libertà:
la libertà di durare fatica,
la libertà di non vivere morti'
Oriana Fallaci

Vi sarete chiesti che fine avessi fatto, sinceramente me lo sono chiesta anch'io: 'Che fine hai fatto Simo?'
Direi una banalità se tirassi in ballo la scusa degli impegni di lavoro (che ci sono e sono tanti).
Dopo tanti anni di posts, ricette, foto e articoli scritti per altri portali, è arrivato anche per me il momento in cui ti siedi e ti chiedi quale sia la direzione da prendere: ho vagliato proposte di libri da scrivere, di programmi tv in cui presenziare, di giurie di concorsi ed eventi a cui partecipare... niente da fare. Non era lì che volevo andare.
Ho preso questo periodo sabbatico come un momento di riflessione e di esperimenti in cucina, ho fatto prove e deciso che non mangerò mai insetti ed alghe strane, che i dolci mi piacciono e che se è vero che fanno male, ne mangerò di meno, ma li mangerò e che l'essere 'talebani' in cucina mi…

Frittelle di Mele



Ricetta tipica toscana, del periodo di Carnevale, io vi riporto fedelmente la ricetta ripresa dal libro del Petroni 'Il libro della vera cucina fiorentina', aggiungendo poi le mie note 'pratiche'.

Per 6 persone: 500 gr di mele Renette (io ho usato le Golden, mature, vanno bene tutte le mele mature e morbide, da evitare quelle che rimangono croccanti anche da mature), 100 gr di farina, 3 cucchiai di olio d'oliva, 100 gr di zucchero, un cucchiaino di lievito di birra (io vi consiglio di usare quello da dolci, vanigliato, non richiede tempo di posa per lievitare e non lascia quel saporino amarognolo tipico del lievito di birra), 1/2 bicchiere di VinSanto, sale, olio per friggere.

Prima di tutto preparare la pastella, secondo il Petroni vanno mescolati la farina , l'uovo, 3 cucchiai di olio d'oliva, un pizzico di sale ed il lievito scioloto in poca acqua. Se procedete così, vi si formeranno i grumi e per scioglierli ci vuole un bel po'. Io vi consiglio di mescolare gli ingredienti molli (olio, uovo sbattuto e lievito sciolto in acqua) e di aggiungere la farina via via, mescolando. In questo modo i grumi non si formano.
Se usate il lievito di birra dovete attendere che lieviti, quindi lasciar riposare. Se usate quello per dolci (consigliato!), potete procedere subito con la frittura.


Scaldare l'olio e nel frattempo sbucciare le mele, togliere il torsolo con l'apposito attrezzino ed affettarle orizzontalmente nello spessore di circa 5 mm. Tuffarle nella pastella, sgocciolare e friggere.
Quando son dorate, togliere dall'olio e far sgocciolare l'olio in eccesso su un foglio di carta assorbente, cospargere di zucchero a velo e servire tiepide!

Post più popolari

Follow by Email