Racconto di un WeekEnd a Il Borro - A Tale about my WeekEnd at Il Borro


(ENGLISH VERSION'S FORWARD)
Pietra, mattoni e legno, accanto alla vegetazione tipica della Toscana, viti ed olivo, il bosco in autunno. Arrivare alla tenuta de Il Borro è come arrivare in un posto incantato, un Presepe con i personaggi in carne ed ossa: c'è la Villa padronale, ci sono le scuderie, c'è addirittura un Borgo medievale, interamente ristrutturato ed adibito a dimore, ci sono le botteghe degli artigiani.
Il Tempo sembra essersi fermato, sembra addirittura viaggiare con un andamento più lento...
Il panorama che abbraccia la tenuta rispetta tutti i canoni della toscanità: dolci colline, antiche dimore e cibo genuino.

Andiamo con ordine, prima vi racconto un po' di storia e qui di storia ce n'è tantissima, pensate che il Borgo risale al lontanissimo 1039.




Attualmente la proprietà è della famiglia Ferragamo e fu proprio Ferruccio Ferragamo che nel 1985 durante una battuta di caccia, si innamora della zona, all'epoca di proprietà del Duca D'Aosta.


Nel 1993 fu acquistata ed iniziarono i lavori di restauro. La Villa padronale infatti era stata bombardata durante la II guerra mondiale e l'intero Borgo era completamente da recuperare.
Dopo il lungo restauro che ha rispettato fedelmente la tipicità del territorio, tutto Il Borro risplende oggi di una raffinata eleganza, dove la toscanità è stata abbinata al buon gusto senza eccessi ed al recupero degli antichi mestieri.
Il Borro oggi fa parte dell'associazione dei Relais&Chataux.


La località de Il Borro prende il suo nome da 'borro' ossia burrone, termine che indica il burrone creato da un torrente.
Il Borgo medievale infatti è arroccato su un punzone di roccia e domina l'intero bosco alle sue spalle.











All'interno della tenuta sono presenti diverse sistemazioni: ville di lusso, suites ed appartamenti nel Borgo medievale.





Ottimi i ristoranti che si trovano all'interno della tenuta: Vincafè ed Osteria del Borro, dove i menù sono tipicamente toscani, ma con l'occhio al territorio sì, ma con innovazione!


La classica Pappa al Pomodoro e le Tagliatelle con Ragù

Il Sugo Finto, ricetta tipica toscana ed il Petto di Pollo agli aromi

Sformatino di Cavolo Nero ed il Semifreddo alla Fragola con Tortino di Fondente


Adiacente alla Villa ed al Vincafè, la Spa 'La Corte', dove farsi coccolare con trattamenti viso e corpo, tra cui un particolarissimo percorso a base di olio d'oliva ed essenze del territorio.



Tra le varie attività offerte, la possibilità di passeggiate a cavallo o a piedi, nel bosco, degustazioni guidate dei vini di produzione della tenuta, tra cui tre vini rossi ed un bianco: 'Il Borro' - IGT Toscana Rosso (Merlot 50%, Cabernet Sauvignon 35%, Syrah 10% e Petit Verdot 5%), il vino che ha reso celebre la tenuta in tutto il mondo; 'Piandinova' - IGT Toscana Rosso (Syrah 75%, Sangiovese 25%), 'Polissena' - IGT Toscana Rosso (Sangiovese 100%) e 'Lamelle' - IGT Toscana Bianca (Chardonnay 100%)


Durante tutto il mese di Dicembre poi, si tiene un mercatino di Natale nelle stradine del Borgo medievale, dove produttori ed artigiani della zona propongono le loro creazioni.








Per concludere poi, non poteva mancare la presenza dell'arte: al piano superiore dell'edificio dove si colloca la Cantina, è presente una bellissima mostra iconografica sul Vino nell'arte, che raccoglie stampe e litografie!




ENGLISH VERSION

Stones and wood, next to typical trees of countryside of Tuscany, vineyards and olives, the Autumnal woods...
Arriving to Il Borro is like reaching a fairy land, in which Time's stopped and slow living is the rule.
Up the hill there's the Villa, and opposite, the Spa, restaurants and the medieval village, where you can book your apartment for the night.
The whole landscape in the surroundings deals with Tuscany...
The history of this land is ancient: into the village you find houses from 1039 a.C.
Nowdays all the Borro estate is Ferragamo family property: they bought the whole estate in 1993 from Duke D'Aosta.
The estate was completely destroid during the world war, renovation of the Villa and the medieval village took a lot of years.
Today the estate is a Relais&Chataux.
The name Il Borro comes from 'ravine', made by the floss under the hill: infacts the village is up a big rock.
Next to the Villa there's the Spa, where you can spoil yourself or have lunch or dinner at Vincafè restaurant or walk down the main street to Osteria Restaurant.
You can also take a trip around the woods or wine tasting: Il Borro is one of the four wines that are produced by here.
During the whole month of December on Sundays, you'll find the Xmas market where handcrafters of the area and producers sell their products.




Post più popolari