Tre giorni a #Londra ! My Three Days in #London !


"And when the broken hearted people 
living in the world agree 
There will be an answer, let it be. 
For though they may be parted there is 
Still a chance that they will see 
There will be an answer, let it be. 
Let it be, let it be. Yeah 
There will be an answer, let it be"

The Beatles 

Era un secolo che non tornavo a Londra e dall'ultima volta nel lontano 1999, devo dire che l'ho trovata cambiata, migliorata, vivibilissima e che questo 'tuffo' veloce, di soli 3 giorni mi son bastati per tornare a casa con stimoli ed idee nuove, quelli stimoli che solo un luogo funzionale ed a misura d'uomo sa darti!
A Londra convine la tradizione con l'innovazione, convive il bianco con il nero, la sfumatura con il contrasto, a Londra avverti armonia e sincrono, vedi persone che vanno di fretta ma che hanno il sorriso stampato in faccia, respiri 'senso di libertà di espressione'!
Londra è come un arcobaleno, in cui tutti i colori hanno un loro spazio, non a caso, perciò ho scelto questa foto come 'sintesi' di questo viaggio e qui ve lo racconto un po' a parole, un po' con le immagini!


Arrivata sull'ora di pranzo, ho approfittato subito per assaggiare un Cornish Pasty, in un locale su una strada anonima (nel senso che non mi son segnata indirizzi e recapiti, ahimè).


Hotel in zona Chelsea, zona centrale, servita benissimo dai mezzi pubblici: dalla vicina stazione dell'Overground 'Imperial Wharf' si arriva ovunque.


Notting Hill



The Big Ben






Carnaby Street



Agatha Christie - Covent Garden







Oltre al solito giro turistico Big Ben - Torre di Londra - l'immancabile cambio della guardia, vi consiglio una visita al British Museum: considerate che non si paga il biglietto, si fa un'offerta, se la si vuol fare, altrimenti il museo è a tua disposizione e vi assicuro che ne vale la pena! La cultura a disposizione di tutti, perchè solo con la conoscenza, si aprono le menti.





Inutile dire che ho una montagna di foto di locali e localini, che ad ogni angolo si vede una saletta da thè, una pasticceria, un pub o un ristorante!
Vi metto un po' di foto di questi locali, ma ve ne consiglio alcuni che secondo me merita veramente visitare: il primissimo giorno abbiamo scoperto uno dei locali più ganzi che abbia mai visto finora, il Vantra, su Oxford Street, il 'Paradise of all diets'. Tutto vegano, organic, succhi di frutta rigorosamente centrifugati, niente lattosio, niente glutine, niente carne o pesce, niente zucchero. Noi ci siam fermati per una merenda ed il cheesecake lampone e cioccolato era favoloso!





Sempre su Oxford Street vi consiglio un salto da Urban Outfitters (almeno a Firenze non l'abbiamo, a me è piaciuta tantissimo la sezione libri di grafica e di cucina).



Poi una passeggiata nel Green Park e via su per Piccadilly Street!
In Berkeley Street fate una sosta da Novikov, consigliato a chi ha un budget 'interessante' da dedicare ad un pranzo o una cena! ;-)
Due spaziosi ambienti, elegantemente arredati, il primo con cucina a vista e cucina orientale, l'altro dal look più mediterraneo, con un menù italiano (interessante cantina e la carta vini!)






Proseguendo il nostro giro, son stata poi attirata dall'aroma di caffè: Carpo è un negozietto in cui trovi il caffè il mille modi, frutta secca e cioccolato, tutto organic e come sempre in versione vegan, glutenfree ecc...
Il cioccolato con i vari aromi è a tavolette grandi e viene spezzato a richiesta.



Se poi volete far felici i bambini, andate da Hamley's sulla Regent Street e preparatevi a starvi una mezza giornata: ben 5 piani di giochi, pupazzi, scherzi e costumi, peluche e giochi elettronici! Giochi inrtrovabili come le macchinine che si arrampicano sul soffitto o i pennarelli magici!


Da visitare la zona di China Town e Covent Garden, uno spaccato di Londra diverso dal resto della città!



Ed ora veniamo ad uno dei posti che son orgogliosa di raccontarvi, un localino in zona Covent Garden che si chiama Bill's.
Bill vendeva gli ortaggi e la frutta che produceva nel suo orto, poi un giorno ha iniziato anche a cucinare. Ad oggi conta circa 30 ristoranti in tutta Londra, dove si può far colazione, pranzare, prendere un thè o cenare!
Cucina British style ma con tante contaminazioni mediterranee: Steak alla griglia con huumus e tzazicky, hamburgers e polpettine di granchio con salsa al mango piccante. Da provare il lemon meringue cheesecake, servito nel bicchiere in cui ben si vedono gli strati distinti del dolce: semplicemente FAVOLOSO!
Domenica si fa il brunch con pancakes e brownies. e si possono anche acquistare prodotti gastronomici a marchio Bill's. (Bill's - St.Martin Courtyard at Slingsby Place, è accanto a Jamie's Italian ;-))








Gironzolando tra la strade vicine al British Museum, negozi vintage e modernariato...




E poi veniamo alla zona più cool, sempre secondo me eh! Camden Town doveva essere una meta da visitare in un paio d'ore ed invece ci siamo rimasti mezza giornata! E' bella l'atmosfera alternativa e trasgressiva dei negozi punk che da Carnaby Street si son spostati qui, ma la cosa che a me ha fatto veramente perder la testa è stata la zona dello street food internazionale!
Gironzolare tra i banchi delle varie nazionalità non è solo vedere cibo di ogni tipo, ma passare dal profumo del curry a quello del caffè, dal cinese al brasiliano, ogni meraviglia di cibo e soprattutto colore!












Se sentite nostalgia di casa e del cibo italiano, cercate Mr Piadina, uno stand gestito da ragazzi italiani dove tutto è rigorosamente naturale e fatto a mano, con tanto di opzione vegetariana per la piadina romagnola! Simpaticissimi i ragazzi che lo gestiscono!



Altrimenti un classico Fish&Chips, un sushi o la paella!





E poi, va beh con tutti questi colori, queste belle sensazioni, questi stimoli nuovi e tante idee...siamo tornate a casa... :-)

Foto scattata dall'aereo! :-)
Potete trovare altre info su Londra anche qui, dove vi do qualche dritta su altri posticini visitati in altre occasioni: HouseTrip

Post più popolari