Passa ai contenuti principali

In primo piano

Insalata in Vasetto per l'#InsalataDay

'Niente è più difficile della Libertà:
la libertà di durare fatica,
la libertà di non vivere morti'
Oriana Fallaci

Vi sarete chiesti che fine avessi fatto, sinceramente me lo sono chiesta anch'io: 'Che fine hai fatto Simo?'
Direi una banalità se tirassi in ballo la scusa degli impegni di lavoro (che ci sono e sono tanti).
Dopo tanti anni di posts, ricette, foto e articoli scritti per altri portali, è arrivato anche per me il momento in cui ti siedi e ti chiedi quale sia la direzione da prendere: ho vagliato proposte di libri da scrivere, di programmi tv in cui presenziare, di giurie di concorsi ed eventi a cui partecipare... niente da fare. Non era lì che volevo andare.
Ho preso questo periodo sabbatico come un momento di riflessione e di esperimenti in cucina, ho fatto prove e deciso che non mangerò mai insetti ed alghe strane, che i dolci mi piacciono e che se è vero che fanno male, ne mangerò di meno, ma li mangerò e che l'essere 'talebani' in cucina mi…

Castagnaccio - Chestnut cake

(ENGLISH VERSION'S FORWARD)

Un dolce poco 'dolce', adatto anche a chi non è goloso, ma ama il sapore dolce-amaro delle castagne. Son partita in anticipo con una ricetta che è più adatta al mese di Ottobre, ma se continuate a leggere il post capirete perchè!
Tipico della tradizione culinaria toscana, il castagnaccio prevede un'infinità di varianti, ogni famiglia ha qualche accortezza diversa e se la tramanda di madre in figlia (o di nonna in figlia, come nel mio caso, perchè la mia mamma è allergica alle castagne!)

Castagnaccio - Chestnut cake
La presente ricetta è ripresa dal libro del Petroni 'La vera cucina fiorentina', rivisitata da alcune accortezze date da mia nonna.

Ecco i semplici ingredienti:

  • farina di castagne 400 gr,
  • uvetta 100 gr, 
  • pinoli 50 gr, 
  • 2 cucchiai di zucchero, 
  • una presa di sale, 
  • olio di oliva, 
  • acqua (circa 1/2 litro) 
  • del rosmarino (facoltativo) 
  • noci 50 gr (facoltativo)


Usare una grande ciotola e versarci la farina di castagne, la presa di sale, i pinoli e l'uvetta, lo zucchero e una C di olio d'oliva. Versare via via l'acqua, fino ad ottenere un impasto liscio, senza grumi e non troppo denso.
Ungere un teglione da forno o una tortiera, versarvi il composto ed infornare a 200°C per circa 30 minuti, finchè non avrà una crosticina che si spacca.
A me personalmente il castagnaccio piace morbido dentro e con la crosticina croccante e lo servo con un ricciolo di panna montata come nella foto!



Con questa ricetta partecipo alla consueta raccolta WeekEndHerbalBlogging #301, ospitata questa settimana da Graziana di Erbe in Cucina



La raccolta WeekendHerbalBloging viene organizzata per l'edizione italiana da Brii del blog Briggis recept och ideer, e per l'edizione internazionale da Haalo , mentre Kalyn ne è stata la fondatrice.

Per chi invece avesse voglia di cucinare 'toscano', date un'occhiata ad uno dei testi più affidabili in materia: 'La vera cucina fiorentina' Petroni


ENGLISH VERSION
This is one of the most popular cakes from Tuscany culture!
Very easy and quick!

Ingredientes you need :

  • chestnut floar 400 gr, 
  • zibibbo (which is dried grape) 100 gr, 
  • pinoli (pinenuts) 50gr, 
  • 1/2 liter water,
  • walnut 50 gr, 
  • rosmarine, 
  • 2 tablespoons of sugar, 
  • a pinch of salt,
  • a bit of olive oil

Drop the chestnut floar into a big pot, drop the sugar, a pinch of salt, half a liter of cold water and mix all together very well.
Then add 2 tablespoons of olive oil and zibibbo, melt everything and drop the mixture into a greased oven mould.
The high of mixture into mould should be around 1-2 cm as max.
Drop the walnut, pinoli and rosmarine and a bit of olive oil (just a 'C'! = 2 coffee spoons) and put into the oven at 200° C for 30 minutes.
The cake looks dark brown and crispy and it generally chaps on the surface!

Post più popolari

Follow by Email