Passa ai contenuti principali

In primo piano

Insalata in Vasetto per l'#InsalataDay

'Niente è più difficile della Libertà:
la libertà di durare fatica,
la libertà di non vivere morti'
Oriana Fallaci

Vi sarete chiesti che fine avessi fatto, sinceramente me lo sono chiesta anch'io: 'Che fine hai fatto Simo?'
Direi una banalità se tirassi in ballo la scusa degli impegni di lavoro (che ci sono e sono tanti).
Dopo tanti anni di posts, ricette, foto e articoli scritti per altri portali, è arrivato anche per me il momento in cui ti siedi e ti chiedi quale sia la direzione da prendere: ho vagliato proposte di libri da scrivere, di programmi tv in cui presenziare, di giurie di concorsi ed eventi a cui partecipare... niente da fare. Non era lì che volevo andare.
Ho preso questo periodo sabbatico come un momento di riflessione e di esperimenti in cucina, ho fatto prove e deciso che non mangerò mai insetti ed alghe strane, che i dolci mi piacciono e che se è vero che fanno male, ne mangerò di meno, ma li mangerò e che l'essere 'talebani' in cucina mi…

Pane ai Semi di Zucca: I esperimento con la Macchina del Pane


Altro esperimento con il pane, stavolta ad aiutarmi non c'è stato Vito (il mio Lievito Madre), ma bensì una macchina Kenwood, la macchina del pane.
La ricetta è semplice semplice, ho aggiunto i semi di zucca perchè volevo un pane saporito.
Servono: 25 gr di lievito di birra, 500 gr di farina, mezzo bicchiere di olio di oliva, 6 cucchiai colmi di semi di zucca (io ho usato quelli bio di Melandri Gaudenzio), 300 gr di acqua.


Ottimi i semi di zucca di quest'azienda bio italiana, ottimi sia di sapore che per il fatto di essere già decorticati e non doverli sgusciare a mano! Inoltre sono tutti in ottimo stato, non ce n'è neanche uno sciupato in tutto il pacco.
Passiamo ora alla preparazione con questo marchingegno per me nuovo!



Si mettono tutti gli ingredienti dentro ad un cestello, pensa il macchinario a fare tutto, impasta e lascia lievitare, poi cuoce. Volendo si può usare anche solo per la fase di lievitazione e cuocere il pane nel forno tradizionale.
Io l'ho usato sia per impastare, che lievitare che infine cuocere! Il modello ultimissimo della Kenwood, prevede addirittura di inserire i semi nell'impasto, al momento giusto richiesto dalla ricetta!


Io son partita con una ricetta facile, di un pane base, ma come potete leggere dall'etichetta, si possono preparare anche pani integrali, pani bianchi e carrè, torte ed impasti senza glutine, lievitazioni lunghe, nonchè marmellate.
Si mettono tutti gli ingredienti dentro ad un cestello, mettendo la farina per prima e gli ingredienti secchi, quindi il sale dal un lato e dalla parte opposta ho versato il lievito sciolto in poca acqua e l'olio.
Si seleziona il tipo di cottura che si desidera, il peso del tutto, il macchinario decide quanto cuocere e ti segnala un tempo, nel mio caso 3 ore. Dai l'ok sul tasto start e da quel momento te la puoi anche dimenticare, perchè fa tutto da sola!
Impasta, si ferma, poi riparte, il tutto per 30-40 minuti, poi lascia lievitare a temperatura tiepida, io ho controllato via via e vedevo crescere il panetto. Infine sa lei quando avviare a cuocere e lo senti dal profumo!
Quando il pane è pronto, avverte con un beeeepp! :-) E' consigliato a questo punto di aprire il coperchio per far uscire il vapore altrimenti si rischia che la condensa indurisca il pane.

A questo punto, chi di voi fosse curiosa di provare o curiosare ed approfondire il discorso sul macchinario Kenwood, può cliccare QUI e visitare un rivenditore della mia città, Salvadori, disponibile anche alla vendita on line!


Post più popolari

Follow by Email