Passa ai contenuti principali

In primo piano

Insalata in Vasetto per l'#InsalataDay

'Niente è più difficile della Libertà:
la libertà di durare fatica,
la libertà di non vivere morti'
Oriana Fallaci

Vi sarete chiesti che fine avessi fatto, sinceramente me lo sono chiesta anch'io: 'Che fine hai fatto Simo?'
Direi una banalità se tirassi in ballo la scusa degli impegni di lavoro (che ci sono e sono tanti).
Dopo tanti anni di posts, ricette, foto e articoli scritti per altri portali, è arrivato anche per me il momento in cui ti siedi e ti chiedi quale sia la direzione da prendere: ho vagliato proposte di libri da scrivere, di programmi tv in cui presenziare, di giurie di concorsi ed eventi a cui partecipare... niente da fare. Non era lì che volevo andare.
Ho preso questo periodo sabbatico come un momento di riflessione e di esperimenti in cucina, ho fatto prove e deciso che non mangerò mai insetti ed alghe strane, che i dolci mi piacciono e che se è vero che fanno male, ne mangerò di meno, ma li mangerò e che l'essere 'talebani' in cucina mi…

Dadolata tiepida di melanzane


Dadolata tiepida di melanzane
Una delle cose che apprezzo di più dell'estate è la varietà di frutta e verdura che abbiamo a disposizione. Questa ricetta, parte dalla ricetta base della Caponata di melanzane, rivisitata a modo mio.
Servono: 2 melanzane, un cipollotto bianco, sale grosso, pinoli sgusciati, uvetta, mezzo bicchiere di vino bianco, 4 pomodorini secchi, capperi (una manciata), olio d'oliva e sale

Pulire le melanzane ed affettarle a dadini di circa 2 cm, cospargere di sale grosso, mettere il tutto dentro ad uno scolapasta per far drenare il succo marroncino ed amarognolo della melanzana. Far riposare così almeno 30 minuti.
Mettere l'uvetta in ammollo in acqua tiepida.
Versare 3 cucchiai di olio di oliva in una padella ed affettare il cipollotto sottile sottile, stufarlo ed aggiungere poi le melanzane risciacquate per togliere il sale in accesso, i capperi, i pomodorini secchi, l'uvetta strizzata ed i pinoli, quando la melanzana inizia ad ammorbidire, sfumare con il mezzo bicchiere di vino bianco, sempre a fuoco alto, poi abbassare la fiamma e terminare la cottura.
Io la servo tiepida perchè in estate fa già caldo di suo, ma anche calda è ottima!

Post più popolari

Follow by Email